Trasporto stradale: l’ADR


L’A.D.R., acronimo di Agreement for transport of Dangerous goods by Road, è l’Accordo europeo relativo ai trasporti internazionali di merci pericolose su strada.


Cenni generali e storici

'Accordo ADR sul trasporto di merci pericolose è un accordo internazionale tra paesi dell’ONU (Organizzazione delle Nazioni Unite) la cui finalità è quella di armonizzare le norme di sicurezza attinenti i trasporti internazionali di merci su strada, nonché di garantire per tali trasporti un livello accettabile di sicurezza. I paesi che hanno sottoscritto l'ADR attualmente sono 50.

L’Accordo è stato siglato a Ginevra il 30 settembre 1957 sotto gli auspici della Commissione Economica per l’Europa (ECE) ed è entrato in vigore il 29 gennaio 1968 (ratificato in Italia con legge 12 agosto 1962, n.1839).


La sua struttura è semplice e compatta ed include due allegati tecnici:


 Allegato A: Identificazione delle merci pericolose, delle prescrizioni di imballaggio e della loro              

                   etichettatura.
  Allegato B: Costruzione, equipaggiamento ed uso dei veicoli stradali destinati al trasporto delle

                    merci pericolose.


Gli Allegati A e B sono stati periodicamente aggiornati dall’entrata in vigore dell’ADR.


L’Unione Europea al fine di uniformare le norme inerenti il trasporto di merci pericolose sul territorio dell’Unione, ha emesso la direttiva 2008/68/CE, con la quale vengono armonizzate le disposizioni tecniche per il trasporto su strada, per ferrovia e per vie interne navigabili facendo diretto riferimento negli allegati ai corrispondenti Accordi Internazionali ADR, RID e ADN.


Quadro normativo di riferimento

  • Art.168 Nuovo codice della Strada D.lgs. 30.04.1992, n. 285.
  • D.L.vo n. 35 del 27 gennaio 2010, - G.U. n. 58 del 11/03/2010 - Testo in vigore dal 12/03/2010

Attuazione della direttiva 2008/68/CE (ADR/RID/ADN 2009), relativa al trasporto interno di merci pericolose.

 

  • Decreto Ministeriale del 12/05/2017

Recepimento della direttiva 2016/2309 (ADR/RID/ADN 2015) che adegua per la quarta volta al progresso scientifico e tecnologico gli allegati della direttiva 2008/68/CE relativa al trasporto interno di merci pericolose (GU n. 139 del 17/06/2017).

 

Parti contraenti l’Accordo ADR:

Albania, Austria, Azerbaigian Azerbaigian, Bielorussia, Belgio, Bosnia-Erzegovina, Bulgaria, Croazia, Cipro, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Grecia, Irlanda, Irlanda del Nord, Islanda, Italia, Kazakistan, Lettonia, Lichtenstein, Lituania, Lussemburgo, Malta, Moldavia, Montenegro, Marocco, Olanda, Norvegia, Polonia, Portogallo, Romania, Russia, Serbia, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, Repubblica Jugoslava di Macedonia, Tajikistan, Tunisia, Turchia, Ucraina, Ungheria.

ADRservices s.a.s

di Ilona Vadocz & C.

 

Piazza IV Novembre, 18

37064 - Povegliano Veronese (VR)

p.iva / c.f.: 03732890235

tel./fax 045.7971932

CCIAA VR n. 03732890235

R.E.A. CCIAA VR n. 361227

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© ADR services s.a.s Piazza IV Novembre 18 - 37064 Povegliano V.se (VR)