ESENZIONI RELATIVE ALLE QUANTITÀ TRASPORTATE PER UNITÀ DI TRASPORTO                     
(Esenzione Parziale 1.1.3.6 ADR)


Ai fini della presente sotto-sezione, le merci pericolose sono assegnate alle categorie di trasporto 0, 1, 2, 3 e 4 come indicato nella colonna (15a) della “Tabella A”. Gli imballaggi vuoti non ripuliti che hanno contenuto materie assegnate ad una categoria di trasporto diversa da "0" sono assegnati alla categoria di trasporto "4".

Quando la quantità massima totale per unità di trasporto, di merci pericolose in colli, non è superiore:

  1. ai valori indicati nella colonna (15c) della “Tabella A”, per una data categoria di trasporto (quando le merci pericolose a bordo dell'unità di trasporto sono della stessa categoria); oppure
  2. al valore calcolato secondo il seguente criterio (quando le merci pericolose a bordo dell'unità di trasporto appartengono a più categorie):

la somma della quantità di materie e oggetti:

  • della categoria di trasporto 1 moltiplicata per "50";
  • della categoria di trasporto 2 moltiplicata per "3"; e
  • della categoria di trasporto 3, moltiplicata per "1";

non deve superare "1000".

Per “quantità massima totale per unità di trasporto”, s'intende:

  • per gli oggetti, la massa lorda in kg;
  • per le materie solide, i gas liquefatti, i gas liquefatti refrigerati e i gas disciolti, la massa netta in kg;
  • per le materie liquide, la quantità totale di merci pericolose contenute, in litri.
  • per i gas compressi, i gas adsorbiti ed i prodotti chimici sotto pressione, la capacità in acqua del recipiente in litri.

L’ambito di validità dell’esenzione ha carattere parziale nel senso che si applica solo ad alcune prescrizioni, mentre altre non possono mai essere disattese, come viene di seguito descritto:

Non è obbligatorio, entro i limiti quantitativi fissati per le varie categorie di trasporto, il rispetto delle prescrizioni relative a:

  • pannelli ed etichette di pericolo su veicoli;
  • istruzioni scritte per il conducente;
  • equipaggiamento;
  • estintori aggiuntivi oltre quello obbligatorio da 2 kg;
  • certificato di formazione professionale del conducente;
  • divieto di trasporto passeggeri.

È invece sempre obbligatorio, anche se il quantitativo trasportato è inferiore ai limiti fissati, il rispetto delle altre prescrizioni ADR; in particolare sono necessari:

  • marcatura ed etichettatura dei colli ;
  • almeno un estintore da 2 kg in polvere per le classi A, B e C ;
  • formazione di tutto il personale coinvolto nelle operazioni di trasporto di merci pericolose.

NOTA: Per quanto concerne le informazioni da riportare nel documento di trasporto, vedere 5.1.3.

Quando le merci pericolose trasportate nell’unità di trasporto appartengono alla stessa categoria, la quantità massima totale per unità di trasporto è indicata nella colonna (3) della seguente tabella.

Cat. di trasp.

(1)

Materie o oggetti

Gruppo d’imballaggio o codice/gruppo di classificazione o N°ONU

(2)

Q.tà massima

tot. per unità di trasporto

(3)

0

Classe 1:

1.1A, 1.1L, 1.2L, 1.3L e N° ONU 0190

0

 

Classe 3:

N° ONU 3343

 

 

Classe 4.2:

materie appartenenti al gruppo d’imballaggio I

 

 

Classe 4.3:

N° ONU 1183, 1242, 1295, 1340, 1390,  1403, 1928, 2813, 2965, 2968, 2988, 3129, 3130, 3131, 3134, 3148, 3396, 3398 e 3399

 

 

Classe 5.1:

N° ONU 2426

 

 

Classe 6.1:

N° ONU 1051, 1600, 1613, 1614, 2312, 3250, 3294

 

 

Classe 6.2:

N° ONU 2814, 2900

 

 

Classe 7:

N° ONU da 2912 a 2919, 2977, 2978, da 3321 a 3333

 

 

Classe 8:

N° ONU 2215 (ANIDRIDE MALEICA, FUSA)

 

 

Classe 9:

N° ONU 2315, 3151, 3152 e 3432 come pure gli apparecchi contenenti tali materie o loro miscele oltre che gli imballaggi vuoti non ripuliti che hanno contenuto materie comprese in questa categoria di trasporto, ad eccezione di quelli classificati al N° ONU 2908

 

1

Materie e oggetti appartenenti al gruppo d’imballaggio I e non compresi nella categoria di trasporto 0 come pure le materie e oggetti delle classi:

20

 

Classe 1:

da 1.1B a 1.1Ja, da 1.2B a 1.2J, 1.3C, 1.3G, 1.3H, 1.3J e 1.5Da

 

 

Classe 2

gruppi T, TCa, TO, TF, TOCa e TFC

 

 

 

aerosol: gruppi C, CO, FC, T, TF, TC, TO, TFC e TOC

 

 

 

prodotti chimici sotto pressione: N° ONU 3502, 3503, 3504 e 3505

 

 

Classe 4.1:

N° ONU da 3221 a 3224 e da 3231 a 3240

 

 

Classe 5.2:

N° ONU da 3101 a 3104 e da 3111 a 3120

 

2

Materie e oggetti appartenenti al gruppo d’imballaggio II e non compresi nella categoria di trasporto 0, 1 o 4 come pure le materie e oggetti delle classi:

333

 

Classe 1:

da 1.4B a 1.4G, 1.6N

 

 

Classe 2:

gruppo F

 

 

 

aerosol: gruppo F

 

 

 

prodotti chimici sotto pressione: N° ONU 3501

 

 

Classe 4.1:

N° ONU da 3225 a 3230

 

 

Classe 5.2:

N° ONU da 3105 a 3110

 

 

Classe 6.1:

materie e oggetti appartenenti al gruppo d’imballaggio III

 

 

Classe 9:

N° ONU 3245

 

3

Materie e oggetti appartenenti al gruppo d’imballaggio III e non compresi nella categoria di trasporto 0, 2 o 4 come pure le materie e oggetti delle classi:

1000

 

Classe 2:

gruppi A e O

 

 

 

aerosol: gruppi A e O

 

 

 

prodotti chimici sotto pressione: N° ONU 3500

 

 

Classe 3:

N° ONU 3473

 

 

Classe 4.3:

N° ONU 3476

 

 

Classe 8:

N° ONU 2794, 2795, 2800, 3028 e 3477

 

 

Classe 9:

N° ONU 2990, 3072

 

4

Classe 1:

1.4S

illimitata

 

Classe 4.1:

N° ONU 1331, 1345, 1944, 1945, 2254, 2623

 

 

Classe 4.2:

N° ONU 1361, 1362 gruppi d’imballaggio III

 

 

Classe 7:

N° ONU da 2908 a 2911

 

 

Classe 9:

N° ONU 3268, 3499 e 3509

 

 

oltre che gli imballaggi vuoti non ripuliti che hanno contenuto merci pericolose, salvo quelle comprese nella categoria di trasporto 0

 

ADRservices s.a.s

di Ilona Vadocz & C.

 

Piazza IV Novembre, 18

37064 - Povegliano Veronese (VR)

p.iva / c.f.: 03732890235

tel./fax 045.7971932

CCIAA VR n. 03732890235

R.E.A. CCIAA VR n. 361227

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© ADR services s.a.s Piazza IV Novembre 18 - 37064 Povegliano V.se (VR)