PRINCIPALI NOVITÀ INTRODOTTE

DALL’ADR 2019

Novità ADR 2019

 

La normativa ADR è revisionata con cadenza biennale, con entrata in vigore delle modifiche negli anni dispari. Non farà eccezione il 2019, che dal 1° gennaio vedrà applicarsi – per tutte le parti contraenti – gli emendamenti apportati agli allegati A e B, come previsto dall'articolo 14 dell'Accordo.

I cambiamenti principali dell’ADR 2019 riguardano l’introduzione di nuove rubriche di merci pericolose e di nuove tipologie di imballaggio, ma non mancano una definizione dettagliata delle norme transitorie (a titolo di conferma e/o di aggiornamento) e modifiche di carattere editoriale.

Tra le novità pubblicate il 4 marzo 2018 dal gruppo di lavoro sul trasporto delle merci pericolose dell’UNECE (Commissione economica per l'Europa delle Nazioni Unite) si riportano alcune delle modifiche che riteniamo possano essere di particolare interesse e rilevanza per gli operatori del settore del trasporto di merci pericolose, in particolare:

a)   Batterie al Litio: nuove disposizioni per l’identificazione e specifiche deroghe.

b)   Nuovi numeri ONU: aggiornamento della tabella A con inserimento di nuove rubriche UN.

c)    Disposizioni speciali: sono previste nuove disposizioni speciali per specifici numeri ONU

d)   Nuove definizioni e misure transitorie: Il termine “rischio” viene sostituito con “pericolo”

e)   Trasporto in esenzione Cap. 1.1.3.6: il documento di trasporto dovrà riportare la quantità totale e il valore calcolato di merci pericolose per ciascuna categoria di trasporto.

f)   Trasporto di macchinari o apparati contenenti merci pericolose: è importante sottolineare la soppressione dell'esenzione di cui al punto 1.1.3.1 b) per le macchine contenenti merci pericolose nella loro struttura o nei loro circuiti e la sostituzione con i numeri ONU specifici (UN 3537 a UN 3548). La vigente regolamentazione prevede la rubrica UN 3363 (Merci pericolose contenute in macchinari o merci pericolose contenute in apparati) ma non è sottoposta alla normativa ADR: vengono ora inserite due disposizioni speciali che regolamentano le eventuali esenzioni.

g)    Classificazione: di articoli come ARTICOLI CONTENENTI MERCI PERICOLOSE, N.A.S.

h)   Nuova regola per la classificazione delle materie corrosive: i principi di classificazione saranno basate sui limite di concentrazione generici e specifici per ciascuna delle sostanze contenute nella miscela (2.2.8 ADR).

i)     Nuove istruzioni di imballaggio: per le nuove rubriche introdotte e alle pile e batterie al litio.

j)     Marchio identificativo per le batterie al litio: in applicazione alla disposizione speciale 188 i colli la cui marcatura non è chiaramente visibile dovranno essere indentificati con marchioSOVRIMBALLAGGIO. Inoltre vengono definite anche come “APPARECCHIATURE.

Nel caso di trasporto di pile o batterie difettose o danneggiate è prevista l’applicazione del marchiopile al litio ionico danneggiate/difettose” oppure pile al litio metallico danneggiate o difettose. Il documento di trasporto dovrà riportare la dicitura “trasporto secondo disposizione speciale 376”.

k)   Nuove disposizioni per il controllo della temperatura: Disposizioni speciali applicabili al trasporto di materie autoreattive della classe 4.1, perossidi organici della classe 5.2 e sostanze stabilizzate mediante controllo della temperatura (diverse dalle sostanze autoreattive e dai perossidi organici).

l)    Obbligo nomina Consulente ADR: l’obbligo è stato esteso alle aziende che rivestono il ruolo di puro speditore.

 

 

VOLUME "ADR 2019"

Traduzione italiana integrale del Regolamento ONU sul trasporto stradale delle merci pericolose, ADR 2019, in vigore a livello internazionale dal 1° gennaio 2019. Traduzione curata dal Comitato Scientifico di Orange Project coordinato dall’ing. Sergio Benassai, già Presidente del Comitato Esperti ONU sul Trasporto di Merci Pericolose e sul GHS, conferite a titolo gratuito al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti a partire dal 2003 e trasmesse, su richiesta, alla Commissione Europea che le ha utilizzate per fini istituzionali.

Per maggiori informazioni

 

Un nostro tecnico sarà sempre a vostra disposizione per le vostre richieste

 

Telefono: 045.7971932

 

E-Mail: tecnico@adrservices.it

ADRservices s.a.s

di Ilona Vadocz & C.

 

Piazza IV Novembre, 18

37064 - Povegliano Veronese (VR)

p.iva / c.f.: 03732890235

tel./fax 045.7971932

CCIAA VR n. 03732890235

R.E.A. CCIAA VR n. 361227

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© ADR services s.a.s Piazza IV Novembre 18 - 37064 Povegliano V.se (VR)